I miei impegni

photo

 

Per una buona scuola che prepari al lavoro

Promozione della libertà di scelta delle famiglie e del diritto allo studio, sostegno alle famiglie nelle spese per la scuola, premio del merito e dell’eccellenza, aiuto agli studenti disabili che frequentano le scuole paritarie secondo il reddito e il “fattore famiglia”.

- Buono e dote scuola a sostegno della libertà di scelta dei cittadini.
- Autonomia delle scuole nella scelta degli insegnanti, negli organici e nella gestione efficiente dell’offerta scolastica e formativa.
- Avvio e sviluppo dell’agenda digitale nella scuola per un migliore apprendimento e una personalizzazione dei percorsi.
- Rinnovamento degli edifici scolastici, di spazi e attrezzature, mettendo al centro la tecnologia, il risparmio energetico e l’innovazione dei processi amministrativi.
- Sostegno agli studenti eccellenti con borse di studio per percorsi prestigiosi in europa o nel mondo.
- Collegamento tra filiere formative e produttive (poli tecnico-professionali) e organizzazione nelle scuole secondarie superiori di servizi di orientamento, placement e intermediazione.
- Promozione della ricerca negli atenei, coinvolgendo anche il mondo delle imprese private.

 

Per imprese protagoniste di crescita, sviluppo e lavoro

- valorizzare l’apprendistato e promuovere l’alternanza scuola-lavoro, per generare un rapporto di sinergia che avvantaggi l’intero sistema.
- agevolare la contrattazione collettiva di secondo livello, per facilitare nuove iniziative riguardo l’accesso al mondo del lavoro, il welfare aziendale, l’organizzazione del lavoro e le politiche di ricollocazione.
- creare nuovi istituti tecnici superiori, per sviluppare il rapporto fra cultura scientifica e tecnologica, contribuendo a rafforzare e rivitalizzare la cultura tecnica del nostro paese.
- dote formazione per continuare a formare figure professionali adeguate alle nuove esigenze del mercato del lavoro.
- dote lavoro per realizzare un sistema che sostenga e accompagni i lavoratori nell’arco dell’intera vita professionale, creazione di un’iniziativa per il reinserimento dei lavoratori over 40.
- sostenere con agevolazioni le aziende che attivino programmi per le pari opportunità.
- incentivare le iniziative di welfare aziendale innovative, quali la flessibilità, la conciliazione dei tempi di lavoro con la famiglia, l’assistenza sanitaria integrativa.

 

Perché la cultura sia all’altezza delle sfide globali

- istituzione di un fondo di sostegno per la creatività per incentivare i talenti, utilizzando le risorse in senso premiale per:
> produzione teatrale
, stimolando l’ingegno e la capacità autorale che ha sempre contraddistinto la nostra cultura;
> coproduzione di eventi, spettacoli e mostre, puntando così sulla riduzione delle spese e l’ottimizzazione delle risorse;
> formazione di giovani
, attraverso corsi di formazione in raccordo con le università e le imprese sui grandi temi di sviluppo lombardo: design, cultura ed editoria digitale, video art, pubblicità, cinema e fiction;
> creazione di reti museali e bibliotecarie
, in grado di offrire percorsi e tariffe integrate a favore di studenti e famiglie;
> spettacolo dal vivo
, incentivando l’aggregazione tra soggetti attraverso la messa a disposizione di spazi e valorizzando il patrimonio architettonico;
- attivare la carta della cultura, per superare la frammentazione, promuovere meglio reti e specificità territoriali e integrare l’accesso a più servizi.
- sviluppo di un’offerta culturale e turistica mirata ad accogliere i 20 milioni di visitatori attesi, di cui il 30% stranieri per expo 2015.
- rafforzamento della collaborazione a livello interistituzionale e interregionale per la costruzione di proposte e percorsi turistici e culturali attrattivi per expo 2015.